Home
La rivista
Numeri arretrati
Punti vendita
Abbonamenti
Concorsi
Gli Amici
Contatti
Newsletter
Rassegna stampa
Aletti Editore
Paroleinfuga

© Aletti Editore - 2005
P.I. 02114470780

 


Partecipa all’importante progetto culturale
Alessandro Quasimodo legge
I Poeti Italiani Contemporanei.

La casa editrice Aletti continua nella sua missione di promozione e diffusione dei Poeti Italiani con innovative iniziative culturali: Il Festival Poetico Il Federiciano, i Premi Internazionali Salvatore Quasimodo, Maria Cumani Quasimodo, Il Premio Cet Scuola Autori di Mogol con il Poeta della musica italiana Presidente di giuria, la nuova Collana LE PERLE, la costituzione del Paese della Poesia.
Tra gli obiettivi della Aletti c’è sempre stata la volontà di dare nuove possibilità espressive alla scritta parola, e al verso in particolare, integrando le pubblicazioni librarie e in e-book.  L’inaugurazione della Collana Alessandro Quasimodo legge I Poeti Italiani Contemporanei rientra in quest’ottica di mettere a disposizione degli autori contemporanei importanti figure del panorama cultuale italiano e internazionale che interpreteranno i loro versi dandone una nuova luce. Un’importante opportunità, irripetibile, di inserire nel suo curriculum letterario questa preziosa collaborazione con Alessandro Quasimodo attore, registra teatrale, presidente di giuria di numerosi concorsi letterari, da oltre 30 anni dedito al teatro poesia, figlio del Premio Nobel per la Letteratura Salvatore Quasimodo.

La proposta editoriale prevede:

  • La pubblicazione di una raccolta poetica dal titolo Alessandro Quasimodo legge I Poeti Italiani Contemporanei, in formato cartaceo.
  •  La realizzazione di un e-book con i testi presenti nella raccolta.
  • La realizzazione di un audiolibro che conterrà la lettura dei poeti presenti da Alessandro Quasimodo da allegare alla pubblicazione libraria.
  • La possibilità di realizzare una video poesia con la registrazione dell’interpretazione di Alessandro Quasimodo, in questo ultimo caso registreremo con una troupe televisiva dotata di due telecamere durante la sessione di lavoro in sala di registrazione, nel video sarà possibile anche leggere la poesia con i versi che faranno da corredo alla lettura di Alessandro Quasimodo.
  • Il libro sarà impreziosito dallo stesso Alessandro Quasimodo che ne curerà l’introduzione.

La casa editrice farà una selezione tra gli autori che invieranno le poesie.
Potrà inviare da una a cinque poesie di massimo 28 versi ognuna. Entro 10 giorni dalla ricezione delle invieremo una e-mail dove le confermeremo l’inserimento o l’esclusione.
Con la risposta, in caso di inserimento in questa nuova importante CollanaAlessandro Quasimodo legge i Poeti Italiani Contemporanei” invieremo il modulo di adesione che indicherà i tempi di edizione e registrazione e i costi. I diritti d’autore delle poesie rimarranno di esclusivo utilizzo degli stessi autori che autorizzeranno la pubblicazione solo per questa edizione del libro ed eventuali ristampe. Nel volume saranno presenti solo 60 Poeti, ogni autore pubblicherà una poesia.
Per provare ad essere inserito dovrà inviare le poesie – anche già edite- all’indirizzo di posta elettronica aletti@rivistaorizzonti.net insieme ai suoi dati: Nome, cognome, indirizzo e recapito telefonico.

Breve Biografia Alessandro Quasimodo
La sua carriera teatrale ebbe inizio nel 1959 nel Piccolo Teatro di Milano in un corso perfezionamento sotto la direzione del regista statunitense Lee Strasberg, fondatore del Actors Studio, al Festival dei Due Mondi di Spoleto dove ha debuttato in Motivo di Scandalo di Osborne con la regia di Puggelli. Nel 1972 ha lavorato nel film Massacro a Parigi di Marlowe regia di Patrice Chéreau.
Dal 1975 al 1978 ha partecipato a numerosi spettacoli al teatro Pierlombardo.
Ha collaborato con Ugo Tognazzi, Pier Paolo Pasolini e Federico Fellini. Scrive poesie teatrali: l'Aminta del Tasso (1984), Oreste di Alfieri (1985) e La città morta di D’Annunzio (1987-88) insieme a Franca Nuti e Luciana Savignano. Ha scritto Fuori non ci sono che ombre, e cadono (2003), dedicato a suo padre Salvatore e sua madre Maria Cumani. Inoltre ha lavorato nella Rai di cui ha curato 27 trasmissioni della poesia italiana con titolo Saltimbanchi dell'anima. Ha collaborato con la radio svizzera. Dal 1979 si è dedicato esclusivamente alla poesia facendo tournée per l'Europa e in America.
Ha lavorato oltre a quelli sopra elencati ha lavorato con i seguiti registi: Luca Ronconi, Alberto Sordi, Lina Wertmuller e molti altri.

Per qualsiasi informazione: 0774/324743
Dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 13:00